Gli Attrezzi 4




Attrezzi utilizzati nella lavorazione della pietra - 4 -


attrezzi_04

Gianpiero Gattoni: Attrezzi, Tavola 4

Trapano a mano
45) Firla Furla
attrezzo per forare manualmente la pietra "dolce".

Estrattore
46) Grepia
Utilizzato in cava per staccare il masso dalla parete. Veniva agganciato al masso inserendolo in fori "a coda di rondine"

Carrucola
47) Taia
Macchina composta da una rotella scanalata che ruota sul perno di una staffa.
Veniva usata in cava per trascinare il masso scavato.

Menarola o girabacchino
48) Girabachin
Trapano a mano.

Palla
49) Bala da fer
Corpo sferico inserito tra il masso da staccare e la parete.
Serviva anche, posta sotto ai blocchi di pietra, da sole o insieme a rulli, (curli) per spostare i massi.

Trapano a corda
50) Viulin
Trapano a mano per il cui utilizzo servivano due persone, l'ornatista o lo scultore coadiuvati da un garzone che tirava alternativamente i due lati della cordicella per ruotare il "violino".

Stecche
51-52-53) Sctèca par mudelà
Arnesi composti da un manico di legno dalle cui estremità parte un sottile filo metallico incurvato.
Numerose le sagome.

54-55-56-57) Sctèca da legn par mudelà
Arnesi utilizzati dall'ornatista e dallo scultore per lavoirare la creta (tèra créda) e la plastilina (pasctelina).

Tenaglia
58) Tanaia par giusta i fer
Attrezzo che consentiva di tenere strettamente i ferri, anche incandescenti, mentre venivano lavorati.


----------------------------------------------------------------------

Testo tratto da:
"PICASASS:
Storia del mestiere e degli uomini che hanno fatto la storia di Viggiù"
a cura di Gottardo Ortelli
con testi di Beppe Galli, Gianpiero Gattoni, Giovanni Radice
Macchione Editore - Varese, 1995




- Testo Pubblicato per la prima volta su ViR il 06-1997 -
- Aggiornato a novembre 2021 by tasa -




hr

Non ci sono commenti a questa pagina

Se vuoi inserire un commento, clicca QUI

hr



La pagina è stata visualizzata 99 volte dal 01-06-2022.