Profili professionali




Profili professionali dei lavoratori delle cave



a) Direzione dei lavori

Era generalmente svolta dal proprietario che impartiva le direttive e coordinava i lavori di cava.


b) Capo cava

Sorvegliava il personale della cava, assegnava il lavoro ai singoli operai, determinava le dimensioni dei blocchi da cavare, collaborava nell'esecuzione dei lavori (quando gli era possibile), controllava l'esatta esecuzione dei lavori, aveva la responsabilità, di fronte all'organo competente (corpo delle miniere), circa l'osservanza delle disposizioni in materia mineraria.


c) Uomo al masso

Eseguiva le operazioni manuali necessarie allo stacco del masso dai gradini di coltivazione, provvedeva a spostare i blocchi fino al punto di attacco della lizza(1).


d) Filista di cava

Eseguiva lo stacco del masso mediante il filo elicoidale, sistemava i montanti delle macchine, distendeva il filo elicoidale lungo il tracciato, disponeva il filo sulle pulegge di guida, preparava la miscela abrasiva di sabbia ed acqua, manovrava per l'avanzamento del filo sulla massa da segare, controllava l'alimentazione della miscela abrasiva, smontava l'impianto a operazione ultimata.


e) Lizzatore

Dirigeva, coordinava e attendeva le operazioni di lizzatura(2) per il trasferimento dei blocchi di pietra dai gradini di coltivazione al poggio di carico, lubrificava i parati e le lizze con grasso speciale, distendeva i parati lungo la via di lizza(2), imbrigliava con funi i massi da spostare.


f) Riquadratore

Sbozzava e riquadrava i massi dando loro una forma regolare per produrre blocchi commerciali e rendere possibili le successive lavorazioni, asportava, con vari attrezzi il materiale superfluo, indicava sul blocco la direzione originale della falda perché fosse possibile il processo segatura e affinché le pietre da utilizzare nelle costruzioni fossero messe in opera opportunamente (in molti casi la mancata conoscenza della direzione della falda originale ha determinato l'errata messa in opera delle pietre che a causa degli agenti atmosferici si sono sfaldate parallelamente ai piani di falda).


g) Manovale di cava

Svolgeva mansioni di manovalanza comune nei lavori di cava, aiutava l'uomo al masso nei movimenti del blocco, nei gradini di coltivazione, aiutava il filista nel montaggio e nella conduzione della sua attività, aiutava il riquadratore a sistemare il blocco nella posizione più favorevole per la lavorazione, aiutava il lizzatore nella manovra degli argani e delle ruote, provvedeva alla pulizia della cava togliendo i detriti, costruiva i viottoli d'accesso ai gradini di coltivazione, caricava e scaricava carretti, carriole, galeotte(3), effettuando tutte le prestazioni non qualificate richieste.


----------------------------------------------------------------------

Testo tratto da:
"PICASASS:
Storia del mestiere e degli uomini che hanno fatto la storia di Viggiù"
a cura di Gottardo Ortelli
con testi di Beppe Galli, Gianpiero Gattoni, Giovanni Radice
Macchione Editore - Varese, 1995



Note

(1)
Robusto telaio di legno/slitta sul quale venivano caricati i blocchi per il trasporto a valle

(2)
Con il termine lizzatura si indica il metodo con cui, dall'epoca egizia fino agli anni sessanta del Novecento, si trasportavano dalla cava fino a valle i blocchi di marmo riquadrati.
Il termine lizzatura deriva direttamente dalla slitta su cui i blocchi, legati in maniera particolare, venivano fatti scivolare su travi di legno lungo le vie che dal piazzale di carico in cava portavano fino al piazzale di scarico a valle.
Tali strade si chiamavano vie di lizza.
Quindi "attacco della lizza" è il piazzale di carica in cava.

(3)
Grossa e robusta carriola




- Testo Pubblicato per la prima volta su ViR il 06-1997 -
- Aggiornato a novembre 2021 by tasa -




hr

Non ci sono commenti a questa pagina

Se vuoi inserire un commento, clicca QUI

hr



La pagina è stata visualizzata 100 volte dal 01-06-2022.