10. Il Mal stare di Viggiù - doc. 4a




Per terminare alleghiamo una memoria a stampa che vuole dimostrare come nella ripartizione dell'imposta del sale non vi era corrispondenza tra le pertiche di ciascun paese e l'imposta pretesa.

Risulta chiaramente la ragione di Viggiù che anziché le staia di sale 39 dovute, da anni ne doveva pagare (sia pure con l'abbuono di 30) 60.
Da quel documento risulta che Viggiù, Arcisate, Brenno, Saltrio e Clivio erano tassati esageratamente mentre Cuasso, Ligurno con Cazzone, Induno e Besano, allora con Porto, pagavano meno del dovuto.

La documentazione si trova all'Archivio di Stato di Milano, fondo Censo, parte antica, cartella 2234.
Nella cartella vi è anche la lettera del marchese Ferdinando Rovida, datata 13 gennaio 1678, che però troviamo già riportata nel terzo documento.

Documento 4



doc4A

doc4B



Segue in "Doc. 4b"


______________________________
Vai alla pagina seguente



hr

Non ci sono commenti a questa pagina

Se vuoi inserire un commento, clicca QUI

hr



La pagina è stata visualizzata 63 volte dal 01-06-2022.