Artisti: le Biografie




Ippolito Buzzi - pagina 2


Ma già dal 1608 era impegnato, con il solito gruppo di scultori accresciuto da Pietro Bernini, Silla Longhi da Viggiù, il Buonvicino e il Valsoldo, nella decorazione della cappella Paolina in S. Maria Maggiore.

Per il monumento funebre di Paolo V scolpì, assieme a Pompeo Ferrucci, otto cariatidi completate nel maggio del 1611(12) .

cariatide1 cariatide2

Monumento funebre di Paolo V - due delle cariatidi di cui si parla nel testo
nella Basilica di S. Maria Maggiore (Roma). Cappella Borghesiana o Paolina.
Foto dei Fratelli Alinari, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione: Fototeca Nazionale (catalogo.fondazionezeri.unibo.it)

.

L'anno seguente terminò il rilievo raffigurante la Pace tra il re di Francia e il re di Spagna sotto gli auspici di Clemente VIII, per il monumento funebre di questo pontefice(13).
Soltanto nel 1613 vennero affidate le commissioni per i rilievi del deposito di Paolo V, e al Buzzi spettò quello rappresentante l'Incoronazione del papa, consegnato nel 1615, il cui pagamento finale è del 30 aprile del 1616(14).

fontana_bimbo

Ippolito Buzzi: Papa Clemente VIII Aldobrandini sancisce la pace tra Enrico IV di Francia e Filippo II di Spagna
Foto dei Fratelli Alinari, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione: Fototeca Nazionale tratta da catalogo.fondazionezeri.unibo.it

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

incoronazione

Basilica di S. Maria Maggiore. Cappella Borghesiana o Paolina.
Parte superiore del Monumento a Paolo V, l'incoronazione del Pontefice (Ippolito Buzzi, sue anche le due cariatidi)
Foto dei Fratelli Alinari, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione: Fototeca Nazionale tratta da catalogo.fondazionezeri.unibo.it

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

insieme monumento

Basilica di S. Maria Maggiore. Cappella Borghesiana o Paolina.
Monumento funebre di papa Paolo V Borghese
Vi lavorarono: Longhi Silla (Silla da Viggiù), Buonvicino Ambrogio, Buzzi Ippolito, Ferrucci Pompeo, Maderno Stefano, Stati Cristoforo, Paracca Giovanni Antonio (Valsoldo il Giovane o Valsoldino)
Foto dei Fratelli Alinari, Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione: Fototeca Nazionale tratta da catalogo.fondazionezeri.unibo.it


Con un modello eseguito in concorrenza con Pietro Bernini, il Buzzi fu prescelto per l'esecuzione della statua di S.Bartolomeo per il duomo di Orvieto, scolpita in questa città in sei mesi e mezzo, per seicento piastre, e collocata il 5 gennaio 1618.
Un pagamento del 1618, al Buzzi e a Bernardino Massoni(15), comprova lavori eseguiti alla villa Taverna di Frascati.

san_bartolomeo

Ippolito Buzzi: San Bartolomeo, Duomo di Orvieto - 1616/17(
Foto di autore ignoto tratta da www.museomodo.it (Museo Opera del Duomo di Orvieto) - vedi nota (16)

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

san_bartolomeo

Ippolito Buzzi: San Bartolomeo, particolare(
Foto tratta da un filmato degli alunni del Liceo Classico F. A. Gualterio IISACP Orvieto (Puoi vederlo per intero qui)

.

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

.

L'ultima notizia relativa all'artista è del febbraio 1623: riguarda una stima dei restauri delle sculture d'età romana al Quirinale, fatti da Egidio Moretti(17).

Morì a Roma il 24 ottobre del 1634(18).

Il Buzzi fu tra i fondatori dell'Accademia del disegno(19).

Il Baglione loda in lui la correttezza ed eleganza di forme - cioè quelle qualità di decoro proprie alla scultura tardo-manierista - comuni a quanti operavano in Roma nel periodo a cavallo tra i due secoli in vaste imprese decorative; né i suoi modi si distinguono tanto da farlo emergere tra gli altri.
È pur vero, comunque, che il particolare tipo di produzione del Buzzi, condizionata dall'ambiente al quale era volta, e l'esiguo numero delle sue opere non consentono una compiuta e lucida chiarificazione della sua personalità, così che arbitrari o non del tutto accettabili sembrano i tentativi fatti dal Riccoboni per attribuirgli altri lavori.

Altri membri della famiglia Buzzi, probabilmente imparentati con Ippolito, erano presenti e attivi a Roma, come artisti, a partire dalla seconda metà del sec. XVI.

colomba

Ippolito Buzzi: Colomba dello Spirito Santo
Foto di autore ignoto tratta da catalogo.beniculturali.it

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

Lapide commemorativa

Ippolito Buzzi: lapide commemorativa di Francesco Aldobrandini, post 1602.
L'intervento di Buzzi è documentato solo per i due angeli, ma a giudicare dallo stile è possibile che a lui vadano ascritte anche le figure allegoriche.
Francesco Aldobrandini, generale della Chiesa e comandante della guardia pontificia, morì in Ungheria nel 1601.
Foto di autore ignoto tratta da catalogo.beniculturali.it

.

luisa_deti luisa_deti2

Ippolito Buzzi: Busto di Luisa Deti (madre di Clemente VIII)
Foto tratte dal sito del Metropolitan Museum di New York - vedi nota (20)

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

Apollo citaredo, restauro e 'chirurgia plastica' di Ippolito Buzzi
Foto di Marie-Lan Nguyen tratta da en.wikipedia.org - vedi nota (21)

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

Apollo citaredo, altra angolazione - restauro e 'chirurgia plastica' di Ippolito Buzzi
Foto e "tratta da": come sopra - vedi nota (21)

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

Eros e Psyche, altro esempio di restauro e 'chirurgia plastica' di Ippolito Buzzi
Foto di Marie-Lan Nguyen tratta da it.wikipedia.org - vedi nota (22)

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

Eros e Psyche, particolare
Vedi nota (22)


----------------------------------------------------------------------

BUZZI, Ippolito
di P. Pampalone - Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 15 (1972)
https://www.treccani.it/enciclopedia/ippolito-buzzi_(Dizionario-Biografico)



Note

(12) Dorati, p. 235
(13) ibid., p. 251
(14) Bertolotti, II, p. 114; Dorati, pp. 257 s.
(15) Bertolotti, II, p. 114
(16)
Nel sito del museo, la statua di San Bartolomeo è accompagnata dalla seguente descrizione:
SAN BARTOLOMEO (1616-1617) - Duomo, quarto pilastro a destra partendo dall’altare
Per il San Bartolomeo vennero richiesti modelli a diversi scultori operanti a Roma, tra i quali Pietro Bernini e Ippolito Buzi: fu il secondo a essere scelto.
Il santo tiene ben evidente in mano un coltello, strumento con il quale fu scuoiato e suo attributo iconografico.
L’animato contrapposto e il panneggio pesante gli conferiscono gravità. Paragonata al molto più spregiudicato San Filippo di Mochi, la figura sembra essere stata volutamente concepita per uniformarsi alle più antiche statue della serie apostolica orvietana.
(17) Bertolotti, II, p. 114
(18) Baglione
(19) cfr. F. Zuccari, Origine et progresso dell'Accademia del disegno... [Pavia 1604], Firenze 1961, p. 97
(20)
Foto di pubblico dominio accompagnate dalla seguente didascalia:
Luisa Deti (d. 1557)
after 1604
Ippolito Buzio Italian
Buzio was one of the preeminent sculptors at the turn of the seventeenth century in Rome, producing full-length sculptures, busts and fountains for members of the Roman aristocracy.
This portrait may represent Luisa Deti (d. 1557), the mother of Pope Clement VIII (1536–1605), and was originally intended for the Aldobrandini family chapel in Santa Maria sopra Minerva in Rome.

[Buzio fu uno degli scultori più eminenti all'inizio del XVII secolo a Roma, producendo sculture a figura intera, busti e fontane per i membri dell'aristocrazia romana.
Questo ritratto potrebbe rappresentare Luisa Deti (m. 1557), la madre di papa Clemente VIII (1536–1605), originariamente destinato alla cappella della famiglia Aldobrandini in Santa Maria sopra Minerva a Roma.]
(21)
Apollo citaredo. Marmo, parti originali (torso e gamba destra): copia romana di età adrianea da un originale ellenistico.
Molto restaurato nel XVII secolo: la testa (di tipo Apollo Lykeios), il braccio sinistro e la lira, la gamba sinistra, il drappo e il bastone.
Museo nazionale romano di palazzo Altemps
(22)
Eros e Psiche. Eros: busto e cosce antichi; testa (tipo della Saffo di Fidia), braccia e gambe sono aggiunte moderne.
Psiche: torso maschile antico con seni moderni aggiunti; la testa (tipo apollineo), le braccia e la parte inferiore del corpo sono aggiunte moderne.
Marmo a grana media (parti antiche) e marmo di Carrara (restauri moderni).
Museo nazionale romano di palazzo Altemps



.

Clicca qui per tornare alla prima pagina dedicata ad Ippolito Buzzi.

Edit e note by tasa 07-2021





hr

Non ci sono commenti a questa pagina

Se vuoi inserire un commento, clicca QUI

hr



La pagina è stata visualizzata 80 volte dal 01-06-2022.