Artisti: le Biografie




Giuseppe Argenti


Giuseppe Argenti (Viggiù, 21 marzo 1811 - Nizza, 5 giugno 1876) è stato uno scultore italiano.

Non sono note notizie biografiche relative ai primi anni di attività.
Le sue opere sono realizzate per la maggior parte dei casi nelle città dello stato sabaudo, dove ebbe maniera di collaborare con lo scultore Stefano Butti (anch'egli viggiutese, 1807-1880).

Giuseppe Argenti - facciata cattedrale di Ivrea
gruppo dell'Immacolata Concezione in pietra di Viggiù,
Vedi nota (1)


Giuseppe Argenti - San Besso,
in pietra di Viggiù,
facciata cattedrale di Ivrea
Vedi nota (1)


Giuseppe Argenti - San Gaudenzio,
in pietra di Viggiù,
facciata cattedrale di Ivrea
Vedi nota (1)

.

Opere

Molti sono i suoi lavori nella città di Novara ed in provincia, tra cui citiamo la serie di medaglioni a tema religioso realizzate per il Duomo della città (più in basso un esempio - ndr).
Sempre a Novara realizza:
- nel palazzo dell'Archivio di Stato, sull'architrave dell'ingresso, la statua del Genio della Conservazione;
- a Palazzo Orelli, il vertice e gli acroteri laterali del timpano, con rappresentazioni dell'Acqua, della Terra e
   dell'Amor Patrio;
- alla Barriera Albertina: statue allegoriche raffiguranti virtù o attività civiche;
- all'Ospedale maggiore della Carità: nel cortile centrale, medaglie e busti marmorei di benefattori
   organizzati in base a un suo progetto decorativo, eseguiti a partire dal 1852;
- a Palazzo Bertelli: la statua superiore, che raffigura un'allegoria della città di Novara.
- al Palazzo Civico: monumento a Carlo Alberto, distrutto nel periodo della seconda guerra mondiale.
   Rappresentava un'aquila con un'ala spezzata, posta tra due statue, raffiguranti la Vigilanza e la
   Temperanza
- sulla cupola di San Gaudenzio: modello della statua del Salvatore, innalzata sulla sommità nel 1878.


Giuseppe Argenti - San Gaudenzio.
Vedi nota (2)


Giuseppe Argenti - San Carlo Borromeo.
Vedi nota (2)


Giuseppe Argenti - Beato Pacifico da Cerano.
Vedi nota (2)


Giuseppe Argenti - Sant'Agabio.
Vedi nota (2)


- A Vercelli, nel 1864, in collaborazione con lo scultore Ercole Villa che ritrae lo statista Cavour,
   Argenti realizza le due statue allegoriche alla base del monumento dedicate all'Agricoltura che tiene in
   mano i frutti della terra e al Commercio che auspica il libero mercato, come titola il grande volume ai
   suoi piedi.

- A Bellinzago Novarese, nella chiesa parrocchiale di San Clemente, Argenti realizza le quattro statue degli
   Evangelisti, da lui eseguite su disegno dall'Antonelli (1858).
   Oltre a queste realizzerà due busti di marmo, raffiguranti l'uno il prevosto Serafino Bellini e l'altro
   Alessandro Antonelli.

- Per lo Scurolo di Sant'Alessandro a Fontaneto d'Agogna (NO), nel 1845, Argenti esegue le 12 statue in
   terracotta con i santi onomastici degli illustri committenti, proprietari in Fontaneto.


Giuseppe Argenti - San Prospero.
Vedi nota (2)


Giuseppe Argenti - San Lorenzo.
Vedi nota (2)


Giuseppe Argenti - San Giulio.
Vedi nota (2)


Giuseppe Argenti - Sant'Adalgiso.
Vedi nota (2)


Giuseppe Argenti - San Giuliano.
Vedi nota (2)


Giuseppe Argenti - Santa Caterina da Pallanza.
Vedi nota (2)

.

Altre opere

- A Lu (AL) nella Chiesa di Santa Maria Nuova, nel 1846, Argenti realizza l'altorilievo della Madonna Assunta
   che decora l'abside.
- A Valduggia (VC) realizza nel 1866 il celebre monumento dedicato, dal paese natio, al pittore Gaudenzio
   Ferrari.
- Ad Oleggio (NO), realizza le decorazioni plastiche e le statue che decorano la facciata del Santuario della
   Beata Vergine Assunta in località Loreto.
- A Galliate (NO), negli anni '40 dell'Ottocento, realizza diverse statue delle cappelle del complesso del
   Varallino.
   Nel 1863 scolpisce inoltre la statua di San Carlo Borromeo per la Parrocchiale.
- A Meina (VC) nella villa Faraggiana, realizza le decorazioni scultoree della facciata in pietra di Viggiù.


Il fronte della Villa Faraggiana con i caratteristici medaglioni
e busti di italiani celebri in pietra di Viggiù.
Foto tratta da archivio del verbano-cusio-ossola.com



Il medaglione con il busto dedicato a Nicolò Machiavelli.
Foto tratta da archivio del verbano-cusio-ossola.com


- A Vercelli, realizza le statue di quattro apostoli poste sulla facciata del duomo (il gruppo a destra)
- Ad Aosta realizza le statue rappresentanti i due fiumi che attraversano la città: il Buthier e la Dora Baltea.

Giuseppe Argenti - Personificazione della Dora Baltea e del Buthier.

   Le due statue si trovano sulla facciata dell'Hôtel de Ville (Municipio, 1838-1842) in piazza Chanoux.
   Le fontane in pietra con le personificazioni del Buthier e della Dora Baltea, i due corsi d'acqua alla cui
   confluenza sorge la città di Aosta, fanno parte dell'apparato decorativo che completa il complesso
   neoclassico dell'Hôtel de Ville (1838-42).

Al Varallino

2.a cappella - «Visita di Maria a Elisabetta»: statue di Giuseppe Argenti (1841), affreschi di Giuseppe Rainieri (1842);

Giuseppe Argenti - Visita di Maria a Elisabetta - 1841.

5.a cappella - «Disputa con i dottori»: statue di Giuseppe Argenti (1838), affreschi di Giovanni Zanola da Varallo (1838);
10.a cappella - «Crocifissione»: statue di Lorenzo Peracino (1748 circa) e di Giuseppe Argenti (1842), affreschi di Lorenzo Peracino (1748 circa);

Giuseppe Argenti - Crocifissione - 1842.


----------------------------------------------------------------------

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
https://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Argenti
autore del testo non citato




Note

(1)
Le foto sono tratte dalle schede del Catalogo dei Beni Culturali.
Queste schede, redatte in Piemonte, a differenza di quelle lombarde che ho consultato nel corso delle mie ricerche, oltre alla descrizione del "bene" artistico-culturale contengono anche delle "notizie storico-critiche".
Ho trovato molto interessanti quelle relative alle sculture in oggetto e quelle dei medaglioni indicati nella nota n. (2).
Qui di seguito inserisco i link alle schede delle tre statue:
Immacolata: Scheda n. 0100028709-0.
San Besso: Scheda n. 0100028709-4.
San Gaudenzio: Scheda n. 0100028709-7.

(2)
Anche queste foto sono tratte dal Catalogo dei Beni Culturali e valgono le stesse considerazioni espresse nella nota precedente.
In questo caso non indicherò i link delle singole immagini ma quello della pagina che contiene molte delle opere che l'Argenti realizzò in Piemonte (ne sono elencate 67) e da cui potrete partire per leggere/scaricare le altre, se interessati.
Opere di Giuseppe Argenti in Piemonte: Giuseppe Argenti.

-------------------------
Inserisco anche il link di una scheda contenente un'opera non pubblicata qui, perché ritengo che le notizie storico-critiche in essa contenute siano molto utili per comprendere i tempi in cui il nostro autore operava ed anche perché contiene un elenco dettagliato di tutte le opere che ha lasciato in Piemonte.
Link Extra: Scheda Medaglione di Cristina Parvopassu.

-------------------------
Segnalo inoltre un interessante studio di MARINA DELL’OMO dal titolo
Quasi un finale di partita: Giuseppe Argenti nella cattedrale di Novara, 1867-1869
puibblicato alle pagine 93-103 della rivista NOVARIEN.
rivista dell’Associazione di Storia della Chiesa Novarese
numero 48-49, 2019 - anno LII dedicato a:
IL DUOMO DI NOVARA: 150 ANNI DI STORIA
Qui il link: Quasi un finale di partita: Giuseppe Argenti...




- Edit by TaSa 09-2021 -




hr

Non ci sono commenti a questa pagina

Se vuoi inserire un commento, clicca QUI

hr



La pagina è stata visualizzata 116 volte dal 01-06-2022.