Artisti: le Biografie




Gerolamo Butti


Nato a Viggiù il 1 settembre 1766 da Guido e da Maria Lucia Buti del Sartò, quarto di dieci figli, sposa a Viggiù il 3 maggio 1794 Laura Argenti (morta nel 1810) e successivamente Caterina Bagutti.

Muore a Viggiù il 16 gennaio 1843.

Fu decoratore e scultore e il suo nome è tra i viggiutesi che lavoravano all’Arco della Pace in Milano.

La sua attività presso il Duomo di Milano è documentata nel VI volume degli annali della Veneranda Fabbrica dal 1810 al 1813 come segue:

  1. Pag. 275 - 1810
    28 giugno a Gerolamo Butti L. 840 per 2 statuette

  2. Pag. 276 - 1810
    1 settembre a Gerolamo Butti L. 1087 per 3 statuette

  3. Pag. 277 - 1810
    23 ottobre a Gerolamo Butti L. 1215 per 4 statuette
    10 novembre a Gerolamo Butti L. 610 per 2 statuette

  4. Pag. 280 - 1811
    21 febbraio a Gerolamo Butti L. 536 per 2 statuette
    10 aprile a Gerolamo Butti L. 1475 per 1 statua

  5. Pag. 281 - 1811
    11 maggio a Gerolamo Butti L. 205 a saldo per due statuette rappresentanti S. Eustachiano e S. Primino

LP_Sirtori

Gerolamo Butti e Ludovico Argenti: Altare Maggiore, Santuario Ss. Crocifisso
Parrocchia Ss. Annunciata in Como
Foto di autore non citato tratta da crocifissocomo.altervista.org - Vedi nota (1)

  1. Pag. 283 - 1811
    21 settembre - allo scultore Gerolamo Butti L. 1620 per la statua di S. Feliciano (corrispondente alla statua 483 sulla guglia - LXI- di 2° ordine citata dal Nebbia;
    la stessa guglia che in “Duomo di Milano” - Cassa Risp. Prov. Lombarde- vol. II del 1973 a pag. 172 porta l’indicazione “g60” è corredata da “rifacimento di statua ottocentesca - Statuine con figure femminili velate: tutte (?) sec. XIX - n.d.r.)

  2. Pag. 284 - 1811
    26 novembre - allo scultore Gerolamo Butti L. 1605 a saldo di una statua per guglia rappresentante S. Sukias

  3. Pag. 287 - 1812
    25 luglio - allo scultore Gerolamo Butti L. 610 per le due statuette di S.Anselmo e S. Giovanni.
    Allo stesso L. 710 per una statua rappresentante San Pergentino.

  4. Pag. 289 - 1812
    19 dicembre - a Gerolamo Butti L. 469 per due statuette di S. Pio e S. Innocenzo
    e L. 1365 a saldo delle due statue di S. Cassio e S. Omobono

  5. Pag. 292 - 1813
    17 novembre - a Gerolamo Buzzi lire 910 per le statuette di S. Errante e S. Filomino

----------------------------------------------------------------------

testo di GiBi Franzi - tratto da:
http://lnx.franzi-franzi.it/cosa-sono-i-quaderni-viggiutesi/il-casato-butti/





Note

(1)
Sul sito "crocifissocomo.altervista.org" si legge:
L'altare maggiore
Santuario Ss. Crocifisso
Parrocchia Ss. Annunciata in Como

Il miracoloso Crocifisso è racchiuso in una edicola realizzata nel 1815 e disegnata, forse, dal marchese Malaspina di Pavia. È rivestita di tessuto cremisi fra le colonne dai capitelli indorati e dai fusti scanalati in marmo verde con basi e rudentature dorate che reggono un tempietto neoclassico a base ellissoidale.
Il lavoro fu affidato agli scultori di Viggiù, Girolamo Butti e Ludovico Argenti.
Le dorature furono eseguite da Costante Bianchi.

L’elegante trabeazione in marmo bianco ripropone il marmo verde nel fregio che è ornato da festoni dorati retti da testine d’angelo.
Dorate sono pure le mensole della cornice lungo il bordo della quale si ergono le quattro statue di angioletti (in pietra di Viggiù dorata, degli scultori Butti e Argenti) che fanno corona al Cristo risorto alla sommità della cupoletta, opera in legno dorato di Antonio Grignaboldi...




- Edit by TaSa 09-2021 -




hr

Non ci sono commenti a questa pagina

Se vuoi inserire un commento, clicca QUI

hr



La pagina è stata visualizzata 105 volte dal 01-06-2022.