stemma

Viggiù in Rete
Gli Artisti: Luigi Buzzi Leone


 Cacciatore delle Alpi
Foto arch. F. Rizzi

Figlio di Giacomo. È lo scultore più noto della famiglia Buzzi-Leone.

Nasce a Viggiù il 20 novembre 1823 e presto si reca a Milano.

Qui studia a Brera sotto la guida di Pompeo Marchesi e del Fraccaroli e ottiene un premio in scultura col bassorilievo "Il corpo di Cristo portato al sepolcro", delineando la sua iniziale poetica romantica.

Nel 1851 vince il premio per il Pensionato Nazionale e si trasferisce a Roma per tre anni.

Dal 1857 al 1877 è attivo alla fabbrica del Duomo di Milano, dove realizza S. Monica, S. Dionigi e S. Vitale, quindi si accosta nella tematica e stilisticamente alla poetica verista

e tra il 1864 ed il '66 esegue con il Sangiorgio le grandi statue del Giorno e della Notte per il Palazzo dell'Amministrazione del Duomo in Piazza Camposanto.

Fu amico di Vincenzo Vela e ottenne la nomina a professore di disegno e la nomina a Socio Onorario dell'Accademia di Brera.

Negli ultimi anni di vita insegnò alla Scuola d'Arte di Varese dove lasciò diverse sue opere tra cui il monumento al Cacciatore delle Alpi (1875) in piazza Podestà e il Garibaldi.

Espose all'Internazionale di Parigi nel 1861, a quella di Torino nel '62 ed a Berlino nel '65.

Morì a Viggiù nel marzo del 1909.



Torna alla pagina

<CENTER> <FONT COLOR="#FF0000"><b>Con questa </FONT> <A HREF="sxpage.htm" TARGET="DX"> <img src="arrow_lf.gif" width=25 height=25 border=0 alt="freccia" ALIGN="TOP"></A> <FONT COLOR="#FF0000"><b> torni all'</FONT> <A HREF="sxpage.htm" TARGET="DX">Indice</A> </CENTER>

- Edit by TaSa-Soft '97 -